Turismo Italia 2020: il bilancio di fine anno

Turismo in Italia nel 2020

L’anno volge al termine ed è il momento di fare un bilancio del turismo in Italia nel 2020. Un’analisi dettagliata delle tracce digitali lasciate online nell’arco degli ultimi 12 mesi condotta dal nostro Senior Analyst Damiano De Marchi, rivela gli alti e bassi di un anno assolutamente imprevedibile.

Leggere il turismo in Italia nel 2020 attraverso le tracce digitali

La rete è lo specchio della realtà: nessuno lo sa meglio di The Data Appeal Company, che si occupa di raccogliere e leggere analiticamente le tracce digitali lasciate online dagli utenti quando viaggiano, acquistano, mangiano e vivono esperienze nel mondo reale.

Le tracce digitali di questo 2020, ossia le conversazioni online, i commenti, i social post, se messe a confronto con le fonti ufficiali come l’ISTAT, ci mostrano senza incertezze un turismo italiano messo a gambe all’aria dal Covid, che fatica a vedere la fine dello stallo in cui siamo caduti dal febbraio scorso.

I punti di interesse attivi online in calo fino al -25%

Sono oltre 400 mila i punti di interesse attivi online che quest’anno hanno ricevuto almeno una recensione online e che costituiscono la base della nostra analisi: tra questi 72.800 strutture ricettive, 190.300 locali e ristoranti, 31.200 attrazioni.

Un numero in netto calo rispetto al 2019 a causa dell’emergenza sanitaria che ha obbligato molte attività a restare chiuse per gran parte dell’anno e ha fortemente limitato i flussi turistici in Italia. 

  • Nella ricettività abbiamo registrato -23% (dato in linea con le indagini ISTAT sulle aziende del ricettivo chiuse quest’anno)
  • -5% per locali e ristorazione
  • -25% per le attrazioni 

Il numero di contenuti riflette il crollo degli arrivi turistici

Anche i contenuti online analizzati quest’anno – 16 milioni in tutto – è in forte declino rispetto al 2019 e va di pari passo con i dati Istat sui flussi di viaggiatori, sia negli andamenti che nella variazione totale, che si attesta attualmente intorno al -60%.

turismo italia 2020

Un parallelismo che conferma ancora una volta in che misura le tracce digitali siano in grado di riflettere l’andamento reale degli arrivi e debbano essere quindi sfruttate come indice di analisi utile a chi si occupa di promozione territoriale.

Nel settore dell’ospitalità, i contenuti sono ben lontani dai numeri pre-Covid, che oggi si attestano al -89%, quindi quasi azzerati come durante il primo lockdown.

turismo italia 2020

Scompaiono gli stranieri, aumenta il mercato domestico

Non è una sorpresa la nuova composizione della provenienza dei turisti: quest’anno si è ridotto al minimo il turismo a lungo raggio che portava nelle nostre città statunitensi, cinesi, australiani e sudamericani. La quota dei contenuti online stranieri rispetto agli italiani è passata dal 53,7% del 2019 al 35,4% di quest’anno, guidata da tedeschi, francesi e svizzeri, che non hanno rinunciato a venirci a trovare in estate – soprattutto con i propri mezzi, come l’auto e il camper.

recensioni turismo

Ricerche e prenotazioni voli per l’Italia ancora in stallo

I dati condivisi dal nostro partner Sojern sulle ricerche e le prenotazioni voli verso l’Italia, confermano che i viaggiatori più distanti ancora faticano anche solo a pensare di venire nel nostro paese, e che il nostro mercato – ben lungi dall’avvicinarsi a quello pre-Covid – oscilla verso il basso e sopravvive solo grazie ai turisti dei paesi limitrofi o agli spostamenti interni.

trend voli italia sojern

I visitatori parlano soprattutto di cibo e di sicurezza

Grazie all’analisi semantica, Data Appeal è in grado di rilevare anche gli argomenti più discussi all’interno delle conversazioni online e il sentiment relativo. 

Il cibo rimane uno dei temi più trattati e diventa ancora più centrale nell’esperienza di viaggio: anche nella ricettività, tra i temi più trattati, il cibo è al terzo posto dopo l’accoglienza e l’atmosfera, superando anche le camere.

argomenti più trattati nelle recensioni

Sempre più diffuso anche il tema della sicurezza: si parla molto sia delle norme anti-Covid rispettate dalle strutture e dai locali e dunque accolte positivamente, sia dei comportamenti dei singoli, soprattutto in relazione alle mascherine, legati soprattutto a un sentiment negativo.

argomenti più trattati nelle recensioni

Turismo Italia 2020: il video della presentazione

Per approfondire altri temi relativi al turismo in Italia, guarda la registrazione del live dedicato alla presentazione dei dati:

Ti è piaciuto l’articolo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere ogni mese nuovi report, analisi e approfondimenti ritagliati sulle tue preferenze. Inediti e gratuiti. Niente spam, promesso.


Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

RELATED POSTS

Siamo qui per te!
Il nostro team è a disposizione per rispondere ai tuoi dubbi, alle tue domande e fornirti tutto il supporto possibile.