Il settore Consumer Goods punta su dati, reputazione e location intelligence

Oggi, le scelte di acquisto dei consumatori sono guidate soprattutto dalle informazioni condivise online da amici e altri utenti.

Questo è un fatto assodato ed è una delle ragioni per cui il settore consumer goods (i beni di largo consumo) si sta affacciando con crescente interesse al mondo dei dati.

The Data Appeal Company offre alla aziende di beni di largo consumo un mix di dati qualitativi, sentiment analysis e location intelligence, utili per avere a portata di mano tutte le informazioni necessarie a rafforzare il legame con i consumatori e guadagnare nuove fette di mercato.

Le aziende consumer goods e il valore degli alternative data

I brand del settore consumer goods di fatto non vendono prodotti, ma motivazioni e promesse. Promesse che il grande pubblico percepisce, interpreta e condivide sulla rete: ecco perché queste aziende non possono più permettersi di ignorare la quantità massiva di opinioni e contenuti generati dai clienti online, se vogliono continuare a restare competitive.

A questo guanto di sfida lanciato dal mercato c’è un’unica risposta possibile: l’intelligence basata sui dati. 

Ci riferiamo non tanto a dati finanziari o transazionali, sebbene entrambi abbiano un peso non indifferente lato decisionale. Stiamo parlando invece di dati qualitativi, che includono approfondimenti sull’esperienza del cliente, la percezione di un marchio, informazioni di market e location intelligence. Quelli che il settore finanziario ha definito alternative data.

I dati qualitativi generano azioni concrete

Tra i dati qualitativi di maggior valore, ci sono quelli relativi alla percezione in tempo reale di un brand o un’attività, le informazioni sui comportamenti dei clienti, sulla loro esperienza e sul posizionamento complessivo di un brand sul mercato.

Dall’analisi semantica per valutare i contenuti online, puoi estrarre una grande varietà di informazioni utili: gli argomenti più discussi, apprezzati e criticati dei tuoi clienti, le parole chiave più utilizzate, dati demografici, canali e siti di recensioni più popolari, l’andamento dei contenuti nel tempo e per mercato.

Mettiamo che ti occupi di un marchio di caffè internazionale: sai se il tuo caffè è  più apprezzato nei bar, negli hotel, nei ristoranti o negli uffici? Sai se i tuoi prodotti vengono spesso acquistati da soli o con qualcos’altro? Il tuo caffè è più apprezzato dalla gente del posto o dagli stranieri, dalle famiglie o dai viaggiatori d’affari?

A queste domande possono rispondere gli alternative data.

consumer goods industry
consumer goods company

Scarica un esempio:

Location Intelligence: la chiave di volta delle scelte strategiche

La Location Intelligence è il pezzo mancante del puzzle, perché ti permette di avere una visuale esaustiva del brand, del territorio e dei competitor. 

Grazie alla Location Intelligence infatti è possibile scavare nei dati di ogni singolo punto di interesse (POI) di qualsiasi luogo a livello globale. I brand del mondo consumer goods del F&B ad esempio, possono analizzare i nuovi mercati in cui lanciare la distribuzione, estraendo per ogni POI:

  • Tipologia di attività
  • Tipo di cucina 
  • Geolocalizzazione e coordinate
  • Servizi offerti (prenotazioni online, consegna a domicilio, ecc.)
  • Orari di apertura
  • Caratteristiche dei locali (wi-fi, parcheggio, accessibilità, ecc.)
  • Informazioni di contatto
  • Analisi del sentiment

Le stesse informazioni possono essere estratte anche a livello territoriale per qualsiasi quartiere, città, regione o persino paese. 

Con la Location Intelligence, puoi quindi identificare i mercati più strategici in cui espandere il marchio, quali sono le location di tendenza, ciò che attrae i consumatori e i dati dei competitor.

consumer goods data provider
Dubai in numbers.003

Integrando i dati sull’esperienza del cliente, le informazioni sul mercato e sulla location, le aziende di consumer goods hanno di fronte molte possibilità per arricchire le attività del reparto vendite, marketing, innovazione e tecnologia, e non solo.

Questo è solo l’inizio: presto anche il mondo dei beni di largo consumo sarà 100% data-driven e gli orizzonti di crescita saranno moltiplicati dai dati rispetto alla situazione attuale.

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

RELATED POSTS

Siamo qui per te!
Il nostro team è a disposizione per rispondere ai tuoi dubbi, alle tue domande e fornirti tutto il supporto possibile.