Destination Marketing: analizzare origine e sentiment dei visitatori per massimizzare i risultati

destination marketing

Analizzare lo storico dati di una destinazione turistica può fornire una sorprendente quantità di insight per strutturare le attività di destination marketing.

In particolare la profilazione dei turisti che hanno visitato la tua destinazione e quelle dei competitor – provenienza, composizione, sentiment e argomenti di conversazione – è fondamentale per pianificare alcuni aspetti del marketing. Ad esempio come allocare il budget disponibile, su quali paesi investire, se e come variare la strategia attuale e come diventare più competitivi rispetto ad altre mete turistiche.

Per fare una dimostrazione reale, abbiamo pensato di confrontare con la nostra piattaforma Data Appeal Studio i paesi di provenienza e il Sentiment Score dei visitatori in Italia, Francia e Spagna, e individuare similitudini e differenze.

Questa è una panoramica generale dei principali paesi di provenienza dal 1 gennaio al 31 dicembre 2022.

Da questo sintetico confronto emerge in particolare che: 

  • Spagna e Italia registrano una maggiore soddisfazione dei visitatori internazionali rispetto alla Francia
  • visitatori domestici e stranieri sembrano bilanciarsi in tutti i paesi esaminati, ma l’Italia è la destinazione che registra una maggiore percentuale di turisti stranieri (il 53% del totale)
  • Germania e Inghilterra sono i paesi di provenienza europei presenti nella top 4 di tutte e tre le destinazioni prese in esame.

 

Progettare messaggi e campagne di destination marketing per ogni singolo paese di provenienza

I dati che abbiamo visto, combinati con le altre informazioni del marketing team, aiutano a strutturare campagne di marketing internazionali ritagliate esattamente sulle preferenze dei visitatori provenienti da ogni singolo paese, aumentando la probabilità di creare coinvolgimento, brand awareness e, in ultimo, di essere scelti come prossima meta di vacanze.

In che modo utilizzare i dati sui turisti per le tue campagne di destination marketing?

  • definire con chiarezza quali sono i paesi di provenienza dei turisti che apprezzano maggiormente la tua destinazione.
    Indagare tramite l’analisi semantica dei contenuti quali sono gli aspetti più apprezzati e sfruttarli per elaborare un messaggio ad hoc specifico per ogni mercato: video, social post, articoli per magazine, ecc.
  • capire da dove provengono i turisti che restano più insoddisfatti della tua destinazione, quali sono gli aspetti criticati e come sfruttare i messaggi di marketing per cambiare questo trend. I tuoi messaggi sono abbastanza chiari? Sono rivolti ai giusti destinatari? Il messaggio che hai inviato è quello corretto e più aderente alla destinazione?
    Supponiamo che tu abbia investito in campagne rivolte soprattutto ai giovani inglesi in cerca di divertimento. Che cosa accadrebbe se una volta arrivati a destinazione, quei turisti trovassero solo famiglie e una vita notturna deludente
  • individuare i paesi presenti nel radar dei tuoi competitor che al contrario non rientrano nella tua classifica di top paesi di provenienza, per decidere se e come raggiungerli e creare engagement. Potresti decidere di destinare una porzione del budget pubblicitario a quella destinazione, aumentarlo se già in essere o variare e ampliare i tuoi canali di comunicazione in linea con le attività dei tuoi competitor
  • misurare i risultati delle campagne, per capire se hai raggiunto i risultati sperati in termini di flussi di visitatori, contenuti e sentiment.
    Ad es: hai investito il 20% del budget pubblicitario in attività promozionali in Germania – come articoli di riviste, cartelloni pubblicitari, social media marketing. Qual è la variazione dei flussi dalla Germania e dei loro contenuti rispetto all’anno precedente? C’è stata una variazione del sentiment? Se la variazione è positiva, significa che gli sforzi promozionali hanno generato i loro frutti. Se il sentiment non è dei migliori, è importante indagare le ragioni e capire se i messaggi pubblicitari siano in linea con le aspettative o meno.

Trasformare i dati in azioni concrete

I dati sul turismo – dalle ricerche e prenotazioni di voli e hotel alle recensioni post-soggiorno – sono essenziali per le attività di marketing della destinazione. Tuttavia, molte destinazioni non comprendono ancora appieno l’importanza di sfruttare questi dati per migliorare i loro sforzi di marketing.

È importante notare che i dati possono fornire informazioni preziose, ma sono efficaci solo se tradotti in azioni concrete. Ciò significa che le destinazioni devono essere disposte a investire nella tecnologia e nelle risorse necessarie per raccogliere, analizzare e agire sui dati ricevuti.
Questo porterà in ultima analisi a un aumento del turismo e della crescita economica della destinazione.

Data Appeal Studio, la nostra piattaforma di analisi della destinazione per DMO, DMC e organizzazioni turistiche, è nato proprio con questo obiettivo: aiutare le destinazioni a raccogliere e trasformare i dati in azioni concrete.

Grazie ai nostri algoritmi basati sull’intelligenza artificiale e all’analisi semantica, destinazioni di ogni tipologia possono rilevare e valutare il sentiment dei visitatori da miliardi di recensioni e post su strutture ricettive, ristoranti e attrazioni. Migliorare i loro sforzi di sostenibilità, prevedere i flussi di visitatori, le prenotazioni e i prezzi degli hotel, le prenotazioni e gli arrivi dei voli, gli eventi e molto altro ancora.

In altre parole, avere a portata di mano tutti i dati per prendere decisioni strategiche più efficaci e strutturare campagne di marketing misurabili e ottimali.

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Siamo qui per te!

Il nostro team è a disposizione per rispondere ai tuoi dubbi, alle tue domande e fornirti tutto il supporto possibile.

RELATED POSTS

Analizzare lo storico dati di una destinazione turistica può fornire una sorprendente quantità di insight per strutturare le attività di destination marketing.

In particolare la profilazione dei turisti che hanno visitato la tua destinazione e quelle dei competitor – provenienza, composizione, sentiment e argomenti di conversazione – è fondamentale per pianificare alcuni aspetti del marketing. Ad esempio come allocare il budget disponibile, su quali paesi investire, se e come variare la strategia attuale e come diventare più competitivi rispetto ad altre mete turistiche.

Per fare una dimostrazione reale, abbiamo pensato di confrontare con la nostra piattaforma Data Appeal Studio i paesi di provenienza e il Sentiment Score dei visitatori in Italia, Francia e Spagna, e individuare similitudini e differenze.

Questa è una panoramica generale dei principali paesi di provenienza dal 1 gennaio al 31 dicembre 2022.

Da questo sintetico confronto emerge in particolare che: 

  • Spagna e Italia registrano una maggiore soddisfazione dei visitatori internazionali rispetto alla Francia
  • visitatori domestici e stranieri sembrano bilanciarsi in tutti i paesi esaminati, ma l’Italia è la destinazione che registra una maggiore percentuale di turisti stranieri (il 53% del totale)
  • Germania e Inghilterra sono i paesi di provenienza europei presenti nella top 4 di tutte e tre le destinazioni prese in esame.

 

Progettare messaggi e campagne di destination marketing per ogni singolo paese di provenienza

I dati che abbiamo visto, combinati con le altre informazioni del marketing team, aiutano a strutturare campagne di marketing internazionali ritagliate esattamente sulle preferenze dei visitatori provenienti da ogni singolo paese, aumentando la probabilità di creare coinvolgimento, brand awareness e, in ultimo, di essere scelti come prossima meta di vacanze.

In che modo utilizzare i dati sui turisti per le tue campagne di destination marketing?

  • definire con chiarezza quali sono i paesi di provenienza dei turisti che apprezzano maggiormente la tua destinazione.
    Indagare tramite l’analisi semantica dei contenuti quali sono gli aspetti più apprezzati e sfruttarli per elaborare un messaggio ad hoc specifico per ogni mercato: video, social post, articoli per magazine, ecc.
  • capire da dove provengono i turisti che restano più insoddisfatti della tua destinazione, quali sono gli aspetti criticati e come sfruttare i messaggi di marketing per cambiare questo trend. I tuoi messaggi sono abbastanza chiari? Sono rivolti ai giusti destinatari? Il messaggio che hai inviato è quello corretto e più aderente alla destinazione?
    Supponiamo che tu abbia investito in campagne rivolte soprattutto ai giovani inglesi in cerca di divertimento. Che cosa accadrebbe se una volta arrivati a destinazione, quei turisti trovassero solo famiglie e una vita notturna deludente
  • individuare i paesi presenti nel radar dei tuoi competitor che al contrario non rientrano nella tua classifica di top paesi di provenienza, per decidere se e come raggiungerli e creare engagement. Potresti decidere di destinare una porzione del budget pubblicitario a quella destinazione, aumentarlo se già in essere o variare e ampliare i tuoi canali di comunicazione in linea con le attività dei tuoi competitor
  • misurare i risultati delle campagne, per capire se hai raggiunto i risultati sperati in termini di flussi di visitatori, contenuti e sentiment.
    Ad es: hai investito il 20% del budget pubblicitario in attività promozionali in Germania – come articoli di riviste, cartelloni pubblicitari, social media marketing. Qual è la variazione dei flussi dalla Germania e dei loro contenuti rispetto all’anno precedente? C’è stata una variazione del sentiment? Se la variazione è positiva, significa che gli sforzi promozionali hanno generato i loro frutti. Se il sentiment non è dei migliori, è importante indagare le ragioni e capire se i messaggi pubblicitari siano in linea con le aspettative o meno.

Trasformare i dati in azioni concrete

I dati sul turismo – dalle ricerche e prenotazioni di voli e hotel alle recensioni post-soggiorno – sono essenziali per le attività di marketing della destinazione. Tuttavia, molte destinazioni non comprendono ancora appieno l’importanza di sfruttare questi dati per migliorare i loro sforzi di marketing.

È importante notare che i dati possono fornire informazioni preziose, ma sono efficaci solo se tradotti in azioni concrete. Ciò significa che le destinazioni devono essere disposte a investire nella tecnologia e nelle risorse necessarie per raccogliere, analizzare e agire sui dati ricevuti.
Questo porterà in ultima analisi a un aumento del turismo e della crescita economica della destinazione.

Data Appeal Studio, la nostra piattaforma di analisi della destinazione per DMO, DMC e organizzazioni turistiche, è nato proprio con questo obiettivo: aiutare le destinazioni a raccogliere e trasformare i dati in azioni concrete.

Grazie ai nostri algoritmi basati sull’intelligenza artificiale e all’analisi semantica, destinazioni di ogni tipologia possono rilevare e valutare il sentiment dei visitatori da miliardi di recensioni e post su strutture ricettive, ristoranti e attrazioni. Migliorare i loro sforzi di sostenibilità, prevedere i flussi di visitatori, le prenotazioni e i prezzi degli hotel, le prenotazioni e gli arrivi dei voli, gli eventi e molto altro ancora.

In altre parole, avere a portata di mano tutti i dati per prendere decisioni strategiche più efficaci e strutturare campagne di marketing misurabili e ottimali.